Cell Italia: (+39) 335.66.46.951 | Cell. Svizzera: (+41) 076.77.27.337

EFT e vertigini

EFT SULLE VERTIGINI: testimonianza di un cliente su questo metodo


VI RACCONTO IL MIO CASO

Il mio approccio con la psicologia energetica è stato del tutto casuale: conosco il Dott. Armando Pintus, con cui come consulente mi capita di collaborare,  da vari anni e un giorno mi è capitato di uscire con lui su un terrazzo posto al sesto piano di un edificio.

In quella circostanza Armando ha subito notato di come io mi posizionassi assai vicino al muro e ben lontano dalla ringhiera e, alla richiesta del perché di tale mio comportamento, ho dovuto confessare che da più di 40 anni soffrivo di vertigini di paura del vuoto.

Armando allora mi ha offerto di aiutarmi, ma io sono un tipo molto (forse troppo) razionale e, anche se lo ho ringraziato per l’interessamento, dentro di me mi sono detto che non avrei mai aderito alla richiesta e ho rifiutato il suo aiuto.

La razionalità porta tuttavia anche alla voglia di provare e alla curiosità, e poiché penso che i preconcetti siano un ostacolo alla crescita e al benessere personale, ho deciso di provare e ho chiesto ad Armando di aiutarmi a liberarmi di quel (per me veramente fastidioso) problema.

E’ stata un’esperienza fantastica e dopo tre sole sedute ho risolto per sempre il mio problema: ovviamente non mi metto a camminare sui cornicioni, ma posso stare tranquillamente e in modo rilassato su un balcone o su un terrazzo, o prendere una seggiovia o una funivia, senza più avere paura del vuoto, ma anzi riuscendo a godere di un bel panorama o di una bella situazione.

Da allora, infatti, ciò che prima mi faceva stare male e mi spaventava, oggi mi dà un bel senso di soddisfazione e di libertà..

Dopo le tre sedute fatte, ed è passato ormai più di un anno, non ho mai più avuto alcun problema tant’è che il mese scorso sono salito tutto contento su una torre con mio figlio, senza provare più alcun timore di essere assalito dal panico.

 

Perciò grazie Armando.

 

Bruno Resmini

 

Con Bruno, in sintesi, ho utilizzato EFT in questo modo:

  1. Prima seduta: Individuazione sulla situazione originaria del problema (partendo dalla “frase chiave iniziale” anche se ho questo problema e non ricordo quando l’ho avuto la prima volta o cosa l’ha causato …. ecc.
  2. Trattamento dell’affiorato ricordo della situazione originaria del problema fino a portare il “SUDS” di quel ricordo a zero;
  3. Seconda seduta: trattamento di un aspetto specifico emerso (una voce interna di “richiamo a stare attento a non di cadere nel vuoto);
  4. Una terza e ultima seduta sul tema: “anche se ho temo di poter essere preso dal panico ……

Alla fine dell’ultima seduta siamo stati, almeno un quarto d’ora, a chiacchierare in modo assai piacevole e rilassato appoggiati al corrimano del pianerottolo del 5° piano del palazzo in cui ho lo studio senza alcun sintomo o fastidio.  Grazie EFT.

 

ARMANDO PINTUS Psicologo Milano

  •  

    0 Comments